La storia di Mina

Scritto da: -

storiamina.jpgEsce oggi nelle librerie italiane per Salani Editore “La storia di Mina” un nuovo libro di David Almond che abbiamo conosciuto per l’originalissimo ed emozionante “Skelling“. Non si tratta di un romanzo fantasy ma la fantasia regnerà comunque sovrana in un racconto per ragazzi assolutamente consigliato anche ai più grandicelli come ci conferma il giudizio entusiastico della stessa autrice di Harry Potter: “Il miglior libro per ragazzi che ho letto ultimamente“…

IL LIBRO

Mina la stramba, Mina indisciplinata, Mina la pazza. Mina coraggiosa, meravigliosa Mina, Mina ribelle. Di certo Mina non si può etichettare. Se ne sta sul suo albero a osservare gli uccelli, il mondo e la straordinaria vita che scorre sotto le sue gambe a penzoloni. Sa che non potrà stare per sempre lassù, che prima o poi dovrà scendere, tornare a scuola, farsi qualche amico, accettare che il suo papà sia in un luogo da cui non si può fare ritorno. Ma intanto, dall’alto del suo rifugio, Mina riflette: sui misteri del Tempo, sulla vita, sul dolore della perdita, su Dio e… sugli strudelini ai fichi!

Tutto finisce nel suo diario, che è proprio questo qui, che avete fra le mani. Ma attenzione, bisogna essere pronti a incontrare Mina, bisogna essere disposti a guardare dritto nel Sole, o nella Luna, pronti a sentirsi indifesi e insieme coraggiosi, e soprattutto pronti ad accettare «la bellissima bellezza del mondo», anche quando tutto intorno a noi sembra volerla oscurare.

L’AUTORE

David Almond è nato a Newcastle nel 1951 e vive nel Nord dell’Inghilterra con la sua famiglia. E considerato uno dei più grandi scrittori inglesi. Ha vinto tutti i più importanti premi internazionali fra cui l’Andersen Award (il Nobel della letteratura per ragazzi), la Carnegie Medal e il Whitbread Children’s Award. Salani ha pubblicato, oltre a Skellig, anche Argilla.

A seguire trovate un breve brano tratto al romanzo e alcuni giudizi della stampa…

I GIUDIZI

“Uno dei più bei romanzi degli ultimi dieci anni.” Nick Hornby

“Tutti abbiamo incontrato una Mina, almeno una volta nella vita, che dall’alto del suo (metaforico) albero guarda giù, il mondo, e si fa domande, e ci sussurra quanto tutto ciò sia bello. Un libro meraviglioso. Anche meglio di Skelling.” The Guardian

“Non c’è nessuno, oggi, che somigli a David Almond nella letteratura per ragazzi e in quella per adulti. Sa rendere anche la frase più semplice un’opera d’arte.” The Times

“Uno scrittore che non ha paura di guardare in faccia e raccontare il mistero, la paura, il male… Almond scrive per ragazzi con un coraggio e un’onestà emotiva e intellettuale rara nei libri dedicati a loro.” La Stampa

UN BRANO

«Lascerò che il mio diario cresca come cresce il pensiero, come crescono gli alberi e gli animali, come cresce la vita. Chi l’ha detto che un libro deve raccontare una storia seguendo una monotona linea retta? Le parole dovrebbero vagare e serpeggiare. Volare come gufi, saettare come pipistrelli, scivolare furtive come gatti. Mormorare e urlare, danzare e cantare. A volte, invece, non dovrebbero proprio esserci parole. Solo silenzio. Solo puro spazio bianco».

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.